Oggi sono in vena di Meditare sul tema della Libera espressione ed utilizzo delle app

Alcune persone si chiedono perché vengono bloccate su Facebook mentre su altre applicazioni sono liberi di esprimersi come meglio credono…

Una riflessione viene quindi spontanea….

Cosa sono questi strumenti che mi permettono di interfacciarmi con gli altri e perché hanno un valore economico tanto elevato da essere ambite dalle grandi multinazionali e dai vari Stati…

Nella loro complessa attività permettono il monitoraggio, la selezione, la catalogazione dei termini utilizzati, delle preferenze del singolo utente e degli orientamenti politici, sociali, culturali e dele abitudini alimentari e sanitarie. Fantascienza? No, solo Pratica…

Ma come stimolare le persone a “lasciarsi andare?

Oggi l’utilizzo della posta ordinaria è superato da quella elettronica, facilmente individuabile e monitorabile ma porta un notevole scambio di dati. Allora ci sono le App che raccolgono le persone invogliandole ad esprimersi liberamente, soprattutto nella prima fase di raccolta dati….

Lo scambio di informazioni tra i vari account personali, i profili e le SIM utilizzate da ognuno permettono la mappatura del singolo anche se questo cerca di camuffare la propria identità… Alcune App (Facebook) hanno raggiunto una consistenza numerica tale da poter restringere e limitare il numero di “voci” di ognuno in base alle attività e alle parole da questo pronunciate o scritte…

Quando poi viene condiviso un link, un video, un post, automaticamente chi lo ha rilanciato viene associato a quello e messo in quella determinata “lista”….

Quando la raccolta dati è alquanto significativa e quantitativamente vicina al reale orientamento di ognuno, interviene la logica del dividi et impera e quella dell’Orientamento di massa. Fantasie? NO, solo Logica…

Ma allora perché su certe applicazioni posso ancora esprimermi e su altre no?

NON esistono applicazioni cosiddette “libere” ma solamente contenitori di controllo più o meno capienti…. Quando hanno raggiunto il livello prefissato di dati di ognuno sono pronte ad espletare con funzionale competenza il loro ruolo e compito….

Tutto qui….

Come devo comportarmi allora?

Usare meno i link per farsi conoscere dagli altri e attirare l’attenzione su sé stessi…

Questo modo di porsi, infatti, non sempre è un bene….

Necessario quindi Migliorare il Dialogo, Ascoltare, Meditare e usare con ponderazione e parsimonia la tastiera….

Grazie dell’attenzione…..

Sergio Sambi

E Ricordate che.... “qui est causa sui ipsius morbo clamoris” – o anche - “causa est qui se male clamant” 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: