Degrado misto a disgusto nella zona della Area Camper di San Daniele del Friuli

Feci umane, mosche e odore malsano, pannolini e stracci insanguinati, indumenti e resti di cibo avanzato…

il Sindaco Pietro Valent: inammissibile! provvedo immediatamente…

San Daniele del Friuli, 23 gennaio, tarda mattinata… a pochissimi metri di distanza dalle giostrine dei bambini e dalla strada d’accesso che porta all’Ospedale e al centro storico… parcheggio dell’area camper sottostante lo stadio cittadino, un punto utilizzato dalla gran parte dei visitatori che, increduli, assistono ad una scena a dir poco rivoltante…. fra il ciglio del parcheggio e il verde del prato si notano con disgusto resti inconfondibili di un “passaggio” frettoloso.

Sparsi ovunque defecazioni umane, pannolini femminili e stracci imbevuti di sangue, fazzolettini, bottiglie di plastica, indumenti gettati a terra e quello che pare essere il resto di una merenda (panino farcito) ancora avvolta nella stagnola, un pasto interrotto forse da una partenza frettolosa…

Poco si addice questo obbrobrio con l’immagine linda di una cittadina collinare famosa in tutto il mondo per la sua storia, le tradizioni, la cultura ma, soprattutto, per la sua eccellenza “il prosciutto” che ha portato San Daniele del Friuli ai primi posti negli itinerari turistici friulani e italiani.

Quali motivi possano aver spinto un gruppo di viandanti ( gli indizi farebbero infatti pensare alla presenza di diverse persone in questo “fattaccio”) a lasciare dietro la loro partenza un segno così evidente di inciviltà, non è dato al momento saperlo. Una temuta ipotesi porterebbe a sospettare al passaggio di uomini e donne che nella notte e in tutta fretta hanno sostato per una pausa nel loro viaggio, magari  lungo la “rotta balcanica” e si siano poi dileguati. Nessuna ipotesi può essere infatti esclusa.

Il Sindaco Pietro Valent, informato di questo degrado ha prontamente risposto: “Avverto immediatamente l’Ufficio Ambiente affinché provveda all’invio di persone addette alla pulizia della zona ed ai rilievi della situazione”.

Di fronte alla richiesta di una sua dichiarazione ha aggiunto “Non posso esprimere dei giudizi, se non negativi su questa incredibile maleducazione, prima di ricevere i dovuti riscontri oggettivi sulla vicenda”.

La soluzione ai quesiti che nascono spontanei (n.d.r.) potrebbe comunque arrivare dalla visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza poste in tutto il territorio circostante.

Autore: Sergio Sambi

@SergioSambi 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: